F.A.Triani 0063 [/2]

Dottori modonesi di teologia, filosofia, legge canonica, e ciuile, con i suoi ritratti dal naturale in rame. ... Opera di d. Lodouico Vedriani da Modona, ... - In Modona : per Andrea Cassiani stampator ducale, 1665.
265, [7] p., [1] c. di tav. : ill, ritr. ; 4

p. 147: [13]. Tommasino Lancillotti (1473-1554). Notaio, banchiere, setaiolo, ebbe varie cariche pubbliche nell'ambito della città. Il suo nome resta principalmente legato all'attività di cronista delle vicende modenesi dal 1503 fino alla morte.

Accessibile linea la voce a lui dedicata nel Dizionario biografico degli italiani, dove il nome figura nella forma Tomasino Bianchi (de' Lancillotti).

L'incisione è siglata in basso a sinistra dal monogramma dell'incisore con F e S intrecciate. - 127 x 93 mm (impronta del rame).

particolare del ritratto

T. Lancillotti

vedi anche:

punto beige tutte le immagini dei dottori (icone)
punto beige antiporta e frontespizio
punto beige particolari dell'antiporta: 1, 2, 3, 4, 5

[a cura di a.l.]