i Gadaldini

-  bio

-  5centine dei Gadaldini

-  5centine modenesi

particolare da marca tipografica dei Gadaldini

-  marca tipografica

-  una cornice da
    Venezia a Modena

-  iniziali xilografiche

-  fregi xilografici

-  vignette

particolare da marca tipografica dei Gadaldini

-  bibliografia

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

-  link

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

particolare da marca tipografica dei Gadaldini

-  ringraziamenti




[a cura di a.l.]

ringraziamenti

Si ringraziano per aver concesso l'uso di immagini tratte dalle loro collezioni:

Sottolineando che la Biblioteca estense custodisce il maggior numero di edizioni dei Gadaldini. Hanno quindi avuto e avranno straordinaria importanza per questo lavoro la disponibilità e l'interesse mostrato dal direttore della biblioteca, Luca Bellingeri, la collaborazione di tutto il personale, la pazienza e la competenza di Andrea Palazzi e Milena Luppi, responsabili all'Estense rispettivamente dei progetti di digitalizzazione e del settore ližbri antichi a stampa.

Si ringraziano per l'uso di immagini tratte da libri da loro stampati o da siti web tutti gli editori e i curatori delle opere a cui si Ť attinto in questa ricerca (elencate in bibliografia e link.)

Si ringraziano il direttore e il personale dell'Archivio di Stato di Modena.

Si ringrazia in modo del tutto particolare Giorgio Montecchi, ordinario di bibliografia e biblioteconomia presso l'Università di Milano. È la persona che conosce più a fondo vari degli argomenti qui trattati, e ha generosamente messo a disposizione il materiale da lui raccolto, comprese le fondamentali voci sui Gadaldini da lui preparate per il Dizionario dei tipografi e degli editori italiani dell'Editrice Bibliografica, fermo ormai da anni dopo la pubblicazione del primo volume (lettere A-E).

Si ringrazia, per l'intelligenza e l'attenzione con cui ha svolto il suo lavoro, il fotografo Vincenzo Negro.

Si ringraziano poi all'interno dell'Università di Modena, per aver reso possibile il lavoro di chi ha curato queste pagine: il direttore del Sistema Bibliotecario d'Ateneo, Raffaella Ingrosso; il presidente del SBA, Massimo Donini; il docente di storia del diritto presso la Facoltà di giurisprudenza, Elio Tavilla.

E ringrazio anche sempre nell'ambito dell'Università di Modena, passando alla prima persona singolare, l'informatico Paolo Poggi e tutte le persone che lavorano tutti i giorni con me, da chi ha il ruolo di responsabile tecnico della Biblioteca universitaria di area giuridica, Laura Tavernai prima, Marisa Dotti poi, a tutte le altre: Linda Bergamini, Anna Maria Cambi, Claudia Covizzi, Roberto Farina, Alessandra Medici, Rosanna Montorsi.

segno cromito (tartaruga)

All'elenco si aggiunge ora (dicembre 2011) il nome di Maurizio Festanti, a cui si deve l'identificazione della scena che si svolge in un'iniziale dei Gadaldini, una S che era rimasta un piccolo enigma.